SANZIONI RIVISTE AL RIBASSO PER OMISSIONE E INFEDELE COMPILAZIONE DEL MODELLO RW (ATTIVITA’ DETENUTE ALL’ESTERO)

SANZIONI RIVISTE AL RIBASSO PER OMISSIONE E INFEDELE COMPILAZIONE DEL MODELLO RW (ATTIVITA’ DETENUTE ALL’ESTERO)

In merito al monitoraggio fiscale delle attività detenute all’estero, d’ora in avanti a seguito dell’approvazione della “legge europea”, avvenuta il 31/07/2013 (L. n. 97 del 06/08/2013), le sanzioni irrogabili sono più aderenti al principio di proporzionalità. Infatti l’anzidetta legge ha stabilito un “range” sanzionatorio che va dal 3% al 15% applicabile al valore dell’attività non dichiarata, in luogo di quello previsto in precedenza che andava dal 10% al 50% e che prevedeva la confisca del bene oggetto di omessa denuncia. Necessario evidenziare che le sanzioni raddoppiano nel caso in cui l’omissione o l’infedele compilazione del modello riguardino attività in Paesi Black List.

Nel caso in cui vi sia una violazione reiterata troveranno applicazione le disposizioni relative al cosiddetto cumulo giuridico, inoltre con l’approvazione della legge 97/2013 non sarà più possibile disporre della confisca per equivalente. Sarà anche possibile provvedere a sanare l’omessa dichiarazione, procedendo all’invio tardivo nei 90 giorni dalla scadenza ordinaria, pagando sanzioni di € 258,00 (prevista dall’art. 8, comma 1 del Dlgs 471/1997) per la violazione commessa. Per le dichiarazioni presentate, sforato il temine dei 90 giorni e prima che si verifichino accessi, ispezioni e verifiche, sarà possibile ricorrere all’istituto del ravvedimento operoso al fine di sanare posizioni irregolari. Inoltre coloro che abbiano commesso violazioni antecedentemente all’approvazione della legge europea, e nei confronti dei quali gli atti di irrogazione delle sanzioni non siano divenuti definitivi, potranno beneficiare delle minor sanzioni (sulla base del principio del favor rei). Non sarà possibile richiedere la restituzioni di sanzioni se sia già avvenuto il pagamento, e se questo sia fondato su un provvedimento definitivo, di contro le somme versate potranno essere richieste se il provvedimento non sia ancora divenuto definitivo.

TAGS: - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>