Ex minimi – possibile versare l’iva anche trimestralmente

Ex minimi – possibile versare l’iva anche trimestralmente

I contribuenti nei cosiddetii regimi agevolati, tra i quali possiamo ricordare coloro che rientrano nel regime degli “ex-minimi”, sono tenuti ad effettuare il versamento dell’Iva con cadenza annuale, solitamente entro il 16 marzo dell’anno successivo (esempio iva anno 2013 dovuta entro il 16/03/2014). Da sottolineare però, che ciò non vieta a tali tipolgie di contribuenti di provvedere al versamento dell’iva trimestralmente, come previsto per coloro che rientrano nel regime di contabilità semplificata o ordinaria e che non abbiano superato i limiti imposti dalla legge (Iva trimestrale solo se ricavi conseguiti nell’anno solare precedente inferiori a: – 400 mila euro per i soggetti che svolgono attività di servizi oppure attività professionali ; – 700 mila euro per i soggetti che svolgono altre attività). In tal caso il contribuente procederà a versare l’Iva alle scadenze del 16 marzo, 16 maggiop, 20 agosto, 16 novembre, 16 marzo con il codice tributo 6099, relativo all’iva annuale, senza maggiorazione dell’1% a titolo di interessi. Seguendo tale procedura si potrebbe rischiare di versare Iva in eccesso rispetto a quella dovuta, in particolare nel caso in cui dopo i primi tre trimestri a debito l’ultimo sia a credito. In questo caso si consiglia di fare la liquidazione annuale e scomputare le detrazioni del quarto trimestre anche con l’Iva  dovuta per i primi tre trimestri.

TAGS: - - - - - -

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>