Equitalia – nota del 1° luglio 2013 – decadenza della rateazione solo dopo il mancato pagamento di otto rate

Equitalia – nota del 1° luglio 2013 – decadenza della rateazione solo dopo il mancato pagamento di otto rate

In attesa della conversione del decreto “del fare” Dl 69/13, con la nota resa ufficiale solo ieri da Equitalia ma emanta già il 1° luglio 2013, l’ente per la riscossione dei tributi iscritti a ruolo, ha chiarito che opererà da subito la regola secondo cui la decadenza della rateazione interviene solo dopo il mancato pagamento di otto rate complessive, invece che di due consecutive. Al contrario la possibilità di richiedere dilazioni prolungate sino a 120 rate, in luogo delle attuali 72 rate, è differita al momento in cui sarà emanato l’apposito decreto attuativo del Dl 69/13. Infatti una volta emanato il decreto delle Finanze (da divulgare entro 30 giorni dalla conversione de D.L. in Legge) la rimodulazione delle rate potrà essere applicata anche alle dilazioni in corso. Sempre in attesa della conversione del Dl, le società di Equitalia si asterranno dal procedere alla vendita all’incanto delle case già pignorate, qualora si tratti di abitazione principale ed anche se le stesse abbiano delle pertinenze, con l’unica condizione che la casa abbia destinazione d’uso catastale abitativa. Da sottolineare che sino a quando non sarà emanato il decreto attuativo del Ministero delle Finanze, la nota di Equitalia conferma che si continuerà ad applicare la disciplina precedente, quindi pignorabilità della prima casa, massima rateazione sino a 72 tranche, con l’unica “nota positiva” che la decadenza della dialzione avverrà con il mancato pagamento di otto rate complessive in luogo delle due consecutive previste dalla precedente normativa.

TAGS: - - - - - - - - - - - - - - - -

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>