Omessa dichiarazione e riconoscimento Credito Irpef di annualità pregresse

Omessa dichiarazione e riconoscimento Credito Irpef di annualità pregresse

Ai sensi dell’ art. 38 del Dpr 602/1973, il credito Irpef maturato in un’annualità per il quale sia stata omessa la dichiarazione corrispondente, può essere chiesto a rimborso. Infatti nel qual caso il credito relatvo ad annualità pregresse, sia riportato in una dichiarazione successiva, l’Agenzia delle Entrate, in sede di liquidazione automatica della dichiarazione e conseguentemente all’invio della comunicazione di irregolarità ex. art. 36 bis del Dpr 600/1972, richiederà l’importo dello stesso oltre ad interessi e...

Leggi Tutto

TAGS: - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

IVA: SANZIONE PENALE PER OMESSO VERSAMENTO SUPERIORE AI 50.000 €

IVA: SANZIONE PENALE PER OMESSO VERSAMENTO SUPERIORE AI 50.000 €

Nel caso in cui alla data di scadenza dell’acconto I.V.A. dell’anno successivo (27/12/n+1), non sia stata versata l’imposta dovuta per l‘anno precedente per un importo superiore ai 50.000 €, si commette il reato di omesso versamento che prevede la reclusione da sei mesi a due anni (ex. art. 10-ter del D.Lgs 74/2000). Pertanto entro il prossimo 27 dicembre, quale data scadenza dell’acconto I.V.A. per l’anno 2013, si consuma il reato per quei contribuenti che per l’anno di imposta 2012 abbiano...

Leggi Tutto

TAGS: - - - - - - - - - - - - - - - - - -

RILASCIO DEL D.U.R.C.: SE CREDITO VERSO LA P.A. UGUALE AGLI ONERI CONTRIBUTIVI

RILASCIO DEL D.U.R.C.: SE CREDITO VERSO LA P.A. UGUALE AGLI ONERI CONTRIBUTIVI

Con il D.M. del 13 marzo 2013, che ha dato attuazione al comma 5 dell’articolo 13 bis, del decreto legge 52/2012 (conv. in legge dalla l. 94/2012) il D.u.r.c. potrà essere rilasciato, con esito positivo, in presenza di una certificazione che attesti la sussistenza e l’importo di crediti certi, liquidi, esigibili nei confronti della Pubblica Amministrazione, di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati da uno stesso soggetto. Questa è una notizia positiva per tutte quelle imprese che pur vertendo in...

Leggi Tutto

TAGS: - - - - - - - - - -

Dal 1° ottobre 2013 aumento dell’Iva dal 21% al 22%. “Problematiche” relative all’aumento.

Dal 1° ottobre 2013 aumento dell’Iva dal 21% al 22%. “Problematiche” relative all’aumento.

Secondo l’articolo 40, comma 1-ter, decreto legge 6 luglio 2011, n. 98  «a decorrere dal 1° ottobre 2013, l’aliquota dell’imposta sul valore aggiunto del 21 per cento è rideterminata nella misura del 22 per cento». Pertanto da  domani, scatterà l’aumento dell’aliquota ordinaria dell’Iva dal 21 al 22 per cento. Ciò nonostante il Governo  potrebbe, con successivo decreto legge, bloccare l’aliquota, ma comunque da domani sarà necessario applicare l’Iva al 22%, ed eventuali blocchi andrebbero poi gestiti...

Leggi Tutto

TAGS: - - - - - - - - - - - - - -

Modello Unico – oltre alla copia della dichiarazione, FONDAMENTALE LA RICEVUTA DI CONFERMA DI INVIO

Modello Unico – oltre alla copia della dichiarazione, FONDAMENTALE LA RICEVUTA DI CONFERMA DI INVIO

Dopo aver inviato il file all’agenzia delle Entrate contenente la dichiarazione dei redditi, l’intermediario (commercialista, ragioniere, c.a.f. ecc…) deve, entro 30 giorni, consegnare al contribuente l’originale della dichiarazione sottoscritta, unitamente alla comunicazione di avvenuto ricevimento da parte dell’amministrazione finanziaria. La ricevuta di conferma inviata dall’agenzia delle Entrate è l’unica prova del corretto assolvimento dell’obbligo di presentazione della dichiarazione. Da...

Leggi Tutto

TAGS: - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

TAGS: - - - - - - - - - - - - - - - - - - -